Ines e l’elefante blu

Primo piano di Ines sorridente

Prendete tutti il treno e venite assieme a noi a Bolzano!

Ospite del Motto Podcast sarà Ines Mair. Una ragazza diventata ipovedente da ragazzina per colpa di una malattia. Non si è però arresa e fin dai giorni di ricovero in ospedale ha iniziato a disegnare e a leggere come non mai! Ci spiegherà così quali sono i metodi che usa per dipingere i suoi quadri e come legge i libri.

Avremo anche spazio per parlare delle sue attivita nel sociale, di videogiochi e di giochi tattili che possono essere usati anche da bambini non vedenti e ipovedenti!

Accomodatevi in carrozza con noi, si parte!

I dipinti di Ines

L’elefante blu

Titolo: Elefante

Misura: 80 cm altezza per 120 cm lunghezza

Tecnica: olio su tela



Descrizione:

Il dipinto mostra una veduta frontale astratta di un elefante, si vede parte della proboscide e le zanne e le grandi orecchie sono tese di lato. Il dipinto è realizzato nei toni del blu, che risultano dalla miscela di blu di Prussia e bianco di titanio.

Arianna

Titolo: arianna


Misure: 50 cm per 50 cm


Tecnica: olio su tela



Descrizione:

Il dipinto è un ritratto della mia amica Arianna. Si vede il suo volto, capelli castani, occhi verdi/castani. Ha un timido sorriso sulle labbra.
Lo sfondo è composto da sfumature in blu. Titolo: arianna
Misure: 50 cm per 50 cm
Tecnica: olio su tela

Descrizione:

Il dipinto è un ritratto della mia amica Arianna. Si vede il suo volto, capelli castani, occhi verdi/castani. Ha un timido sorriso sulle labbra.
Lo sfondo è composto da sfumature in blu.

Donna in abito rosso

Titolo: Donna in abito rosso

Tecnica: olio su tela


Misure: 120 cm altezza per 80 cm altezza



Descrizione:
Si vede la schiena di una donna che indossa un abito dibun rosso brillante. non si vede la testa della donna, solo il collo e la base del mento, perché guarda oltre la spalla sinistra. Il vestito ha una scollatura dietro e si vedono le scapole della donna. Cade in pieghe sottili lungo il sedere fino alla parte inferiore della tela, che finisce appena sopra le ginocchia della donna.
/image

Foto del gioco Kuboro. Alcuni cuvi di legno sono affiancati e sulla faccia superiore formano una pista per le biglie

Nel podcast si è parlato di giochi in legno che attraverso la loro tattilità sono ideali anche per bambini non vedenti e ipovedenti.

Con il Kuboro, in particolare, si possono creare delle piste per le biglie. Ci sono diversi cubi con percorsi sulle facce ma, anche al loro interno. Molto divertente, farà felici sia bambini che genitori!

I consigli letterari di Ines

Harry Potter e la Pietra Filosofale

I cani di Riga, le inchieste del commissario Wallander

Link utili

Ines Mair Art su Facebook

Ines Mair Art su Instagram

Il canale Youtube di Terry Garret, blind gamer

Alto Adige per tutti

Alto Adige Mobilità, app per iPhone

Credits:

Si ringrazia Mauro Croci e Stefano Rumignani per aver contribuito alla realizzazione di questa puntata con una donazione.

Se ti è piaciuta questa puntata, offri il tuo supporto alla trasmissione Cliccando qui

Scrivi al Motto Podcast

Pubblicato da mottopodcast

Sono laureato in Lingue e Civiltà Orientali presso l’università Ca’Foscari di Venezia con specializzazione in Letteratura Giapponese. Sono un blind judoka e come atleta sono 2 volte vice campione italiano Fispic e vincitore del premio Natale dello Sportivo a Venezia nel 2018. Mi occupo di divulgare l’inclusività sportiva. Mi sono lanciato nel mondo del podcasting per raccontare storie incredibili e stimolare tutti a realizzare i propri sogni!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: